SENTENZA 28 SETTEMBRE 2020 N. 26813 : Attestato di formazione datato 2008 e mancanza aggiornamento formativo

La formazione inerente la sicurezza sul lavoro è di fondamentale importanza per garantire la sicurezza di tutti i dipendenti nell’ambiente di lavoro.
La sicurezza sul lavoro è, infatti, un obbligo di legge e non basta solamente seguire il corso e prendere il relativo attestato, ma la legge prevede che vengano seguiti dei corsi di aggiornamento, necessari ad integrare le conoscenze acquisite durante il corso.

Vi riportiamo di seguito una sentenza datata settembre 2020, dove il datore di lavoro è stato sanzionato, in quanto ritenuto colpevole della mancata formazione di una sua dipendente.

Durante l’ispezione, era emerso che la dipendente, assunta come addetto al magazzino e carrellista e il cui attestato risaliva al 2008,  non avrebbe ricevuto un’adeguata formazione sui compiti da svolgere.
L’obbligo del aggiornamento formativo era stato dunque violato e il fatto che il datore di lavoro avesse assegnato dei compiti diversi alla dipendente, non ne escludeva le responsabilità.
Riscontrata la violazione degli obblighi formativi, è stato imposto al datore di lavoro un periodo di 10 giorni per poter garantire alla dipendente una formazione adeguata in rapporto ai compiti da svolgere, chiarendo che la cancellazione delle violazioni accertate sarebbe stato presupposto per l’ammissione di una sanzione amministrativa che avrebbe poi condotto alla cancellazione della contravvenzione.
Il datore di lavoro, però, avrebbe adempiuto all’obbligo in ritardo rispetto alle tempistiche concesse. Ne è derivato l’avvio di un’azione penale.

Clicca qui per consultare la sentenza
Fonte: Olympus ( Osservatorio per il monitoraggio permanente della legislazione e giurisprudenza sulla sicurezza sul lavoro)

X