Open

GESTIONE RIFIUTI

OBIETTIVI DEL CORSO

Il corso ha lo scopo di assolvere alle seguenti prescrizioni:

– gli strumenti operativi per l’applicazione di tale normativa;

– quando e perché procedere con la classificazione e la caratterizzazione dei rifiuti;

- quando e perché commissionare le analisi chimiche;

- le criticità e le sanzioni cui si va incontro in caso di non corretta classificazione e non esaustiva caratterizzazione dei rifiuti.

ASPETTI METODOLOGICI ED ORGANIZZATIVI

METODOLOGIA: Dal punto di vista metodologico, il corso si caratterizzerà per una didattica attiva, volta a massimizzare il coinvolgimento dei partecipanti: alle lezioni di inquadramento teorico saranno affiancati l’analisi e la discussione di casi, il lavoro di gruppo, le simulazioni ed il role playing

DOCENTITutti i docenti hanno una formazione e competenze pluriennali in relazione alle tematiche trattate nel modulo specifico.

VERIFICHE E VALUTAZIONE: Il corso si conclude con un test di verifica e un questionario di gradimento dell'attività formativa.

CONTENUTI

Il quadro normativo di settore con particolare riferimento alla definizione di “Rifiuto”.

Il catalogo europeo dei rifiuti (C.E.R.)

  • La struttura del catalogo europeo dei rifiuti: sezioni, sottosezioni e categorie
  • Il significato delle sei cifre rappresentative del codice CER La responsabilità del produttore
  • Il processo di attribuzione del codice CER ad un rifiuto

La classificazione dei rifiuti

  • La classificazione ai fini giuridici
  • Rifiuti pericolosi e rifiuti non pericolosi: evoluzione normativa
  • La pericolosità dei rifiuti per provenienza o su base analitica
  • Le interpretazioni della giurisprudenza
  • La classificazione ai fini dello smaltimento
  • Lo smaltimento in discarica: la caratterizzazione di base ai sensi del DM 27/09/2010
  • L’incenerimento: i requisiti dei rifiuti
  • La classificazione ai fini del recupero
  • I requisiti richiesti dal DM 05/02/98 e dal DM 161/02
  • I certificati analitici
  • Quando è necessaria l’analisi
  • Chi deve effettuare il campionamento e come
  • I requisiti minimi e l’esaustività di un certificato di analisi
  • La falsità dei certificati di analisi e le sanzioni previste I rifiuti pericolosi
  • I rifiuti pericolosi e le “voci a specchio”
  • L’evoluzione normativa nazionale ed europea
  • La nuova definizione di rifiuto pericoloso
  • Le interpretazioni della giurisprudenza
  • Le caratteristiche di pericolo H
  • L’attribuzione delle H
  • I limiti di concentrazione per stabilire la pericolosità di un rifiuto
  • I criteri per la definizione di sostanze e preparati pericolosi: applicabilità ai rifiuti
  • Le caratteristiche di pericolo H14 ed H7: la valutazione dell’ecotossicità e della cancerogenicità
  • Il nuovo divieto di miscelazione

DURATA DEL CORSO

La durata del corso sarà di 16 ore

ATTESTATO

Per ogni partecipante al corso verrà rilasciato un attestato di partecipazione

Sei interessato? Contattaci...

X