Open

Nuovo Accordo per la formazione : Sarà pronto per il 30 Giugno?

La Legge 215/2021 specifica che “entro il 30 giugno 2022, la Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano adotta un accordo nel quale provvede all’accorpamento, alla rivisitazione e alla modifica degli accordi attuativi del presente decreto in materia di formazione, in modo da garantire:

  1. L’individuazione della durata, dei contenuti minimi e delle modalità della formazione obbligatoria a carico del datore di lavoro;
  2. L’individuazione delle modalità della verifica finale di apprendimento obbligatoria per i discenti di tutti i percorsi formativi e di aggiornamento obbligatori in materia di salute e sicurezza sul lavoro e delle modalità delle verifiche di efficacia della formazione durante lo svolgimento della prestazione lavorativa”.

Ad oggi, non ci sono garanzie che saranno rispettati i termini per l’emanazione del nuovo Accordo Stato-Regioni entro la data del 30 giugno 2022.

In assenza, quindi, di una nuova versione, sarà da ritenersi valido l’attuale Accordo Quadro sulla formazione così come stabilito anche dall’Ispettorato Nazionale del Lavoro, il quale, con la circolare n.1/2022 sottolinea che nel caso l’Accordo Stato Regioni non fosse stato presentato entro la data del 30 giugno 2022, per quanto concerne la formazione per i dirigenti e i preposti dovrà essere effettuata secondo i dettami stabiliti dall’Accordo vigente n.221 del 21 dicembre 2021. Quindi, il mancato aggiornamento biennale (richiesto dal D.Lgs 81/08), non verrà sanzionato in quanto, come detto, rimarrà in vigore l’attuale periodicità, così come i contenuti, degli attuali accordi.

Inoltre, specifichiamo che la formazione base del preposto o il suo ultimo aggiornamento fatto prima del 21 dicembre 2021 (data di entrata in vigore della Legge di conversione) è valida fino al 21 dicembre 2023 in quanto la normativa non può essere retroattiva per Costituzione.

Clicca qui per consultare la circolare n.1/2022 – INL (Ispettorato Nazionale del Lavoro)

X